BlogEconomía

Tipi di inflazione e loro definizioni

In breve, l’inflazione è l’aumento che si verifica nel prezzo di prodotti e servizi su base continua e persistente. Può anche essere considerato come un’espansione anormale del denaro in circolazione nell’economia e nei mezzi di pagamento, che porta a una svalutazione del denaro.

In altre parole, inflazione è sinonimo di perdita di potere d’acquisto. Ciò significa che per acquistare gli stessi prodotti servono più soldi. Poiché i salari di solito non tengono il passo con l’inflazione, la popolazione a basso reddito finisce per avere il bilancio familiare compromesso, iniziando a consumare sempre meno.

In economia, l’inflazione è una delle linee guida più studiate dagli specialisti ed è già stata considerata un problema cronico in diversi paesi. Tuttavia, oggi possiamo dire che il numero di paesi con problemi di iperinflazione o inflazione cronica è molto inferiore rispetto a pochi decenni fa.

Quali sono i diversi tipi di inflazione?

Secondo gli economisti, esistono almeno quattro tipi di inflazione. Successivamente mostreremo le caratteristiche principali di ciascuno.

Domanda inflazione

Questo è il tipo di inflazione legato alla domanda di prodotti e servizi: quando c’è più domanda rispetto alla quantità fornita dal mercato. Seguendo la legge della domanda e dell’offerta, quando la domanda è molto superiore all’offerta, è normale che i prezzi aumentino.

Inflazione dei costi

L’inflazione dei costi o l’inflazione dell’offerta si verifica quando si verifica un aumento dei costi di produzione, come ad esempio:

  • Materiale grezzo.
  • Lavoro – costo del lavoro, salari, ecc.
  • Le tasse.
  • Fonti di energia.
  • Tassi di interesse.

Ciò alla fine riduce l’incentivo alla produzione, riducendo l’offerta rispetto alla domanda.

Gonfiaggio inerziale

Tra i tipi di inflazione esistenti, l’inerzia non è correlata all’offerta e alla domanda, ma alle prospettive di inflazione, basate sulla situazione economica storica di un paese.

Fondamentalmente, è causato da questioni speculative. La mancanza di fiducia da parte del mercato genera un circolo vizioso in cui si instaura un indicizzazione dell’economia. In altre parole, vengono creati tassi di inflazione che servono a riadattare salari e prezzi e causare una spirale inflazionistica.

Nell’inflazione inerziale, c’è un riaggiustamento mensile dei salari che deve essere accompagnato dal riaggiustamento dei prezzi di prodotti e servizi, affitti e contratti. I tassi di inflazione dei periodi precedenti sono spesso usati come base per riadattare i valori correnti, con conseguente inflazione futura.

Inflazione strutturale

Come l’inflazione dei costi, l’inflazione strutturale è il risultato dell’inefficienza delle infrastrutture produttive dell’economia del paese. Ciò si traduce nella rigidità dell’offerta di prodotti e servizi, che sono alla base della struttura economica.

Lettura consigliata: Tutto sulla macroeconomia

Quali fattori causano l’inflazione?

Alcuni dei fattori che causano l’inflazione sono:

Spesa pubblica

Quando il governo spende più di quanto incassa, ci sono due modi in cui i prezzi aumenteranno:

  • Le tasse aumentano in modo che le spese siano coperte e il costo venga trasferito ai consumatori, aumentano i prezzi finali di beni e servizi.
  • Il governo stampa più soldi per pagare le bollette, con più soldi della fornitura di beni e servizi disponibili, anche i prezzi tendono a salire.

In breve, gli effetti della spesa pubblica e la sua cattiva gestione incidono direttamente sulla crescita economica.

Costi di produzione

Come abbiamo già accennato, l’aumento dei costi di produzione ha un impatto diretto sui prezzi di prodotti e servizi, provocando inflazione.

Quando ciò accade, molte organizzazioni chiedono prestiti per rendere fattibili i loro progetti. In tali casi, è normale che i costi aumentino a causa dell’aumento dei tassi di interesse sui finanziamenti.

Inoltre, se il governo decide di modificare le condizioni dei contratti di concessione o di uno specifico partenariato pubblico-privato, o per aumentare la pressione fiscale, l’effetto sarà anche un aumento dei prezzi di prodotti e servizi.

Un semplice esempio: immagina che il prezzo del grano sia aumentato notevolmente nel mercato internazionale per qualche motivo.

Tenendo conto che viene importato grano dal Messico, i prezzi dei beni che lo utilizzano come materia prima sarebbero direttamente influenzati. Il muffin della colazione, ad esempio, vedrebbe un aumento.

Petrolio e cemento sono due input che tendono a causare inflazione quando subiscono variazioni di prezzo.

Potrebbero interessarti anche: Teoria keynesiana

Legge della domanda e dell’offerta

Questa legge è responsabile di stabilire la relazione tra la domanda di un determinato prodotto, la domanda di esso e la quantità in cui è offerto sul mercato, l’offerta.

In base alla legge della domanda e dell’offerta, è possibile descrivere il comportamento predominante dei consumatori in relazione all’acquisto di prodotti e servizi in determinati periodi. Ad esempio, nei periodi in cui l’offerta di un prodotto è ben al di sopra della domanda, è normale che il prezzo scenda.

Mentre nei periodi in cui la domanda è maggiore dell’offerta, la tendenza è che il prezzo aumenti, come abbiamo già accennato nei temi precedenti.

Publicaciones relacionadas

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Mira también
Cerrar
Botón volver arriba
Cerrar