AdministraciónBlogRecursos Humanos

Quali sono i tipi di conoscenza?

Ci sono diversi modi per conoscere e interpretare il mondo, ognuno di essi ha caratteristiche specifiche che lo distinguono dagli altri.

Mitologia, buon senso, religioni, filosofia e scienza servono tutti allo stesso scopo: organizzare informazioni che possano spiegare o dare un senso al mondo e alle cose. In altre parole, queste diverse aree sono produttori di conoscenza.

Tuttavia, il modo in cui questa conoscenza viene acquisita e trasmessa varia in ciascuno di questi tipi di conoscenza.

Cos’è La Conoscenza?

La conoscenza è un modo di interpretazione della realtà. Gli esseri umani vivono come le altre specie in natura, ma a differenza di loro, creano per se stessi rappresentazioni della realtà.

Queste rappresentazioni si basano su sensi e percezioni; nella memoria, nell’immaginazione e nell’intelletto, nell’idea di apparenza e realtà e nell’idea di verità o falsità.

In questo modo, gli individui interiorizzano il mondo e afferrano la realtà. E, nella coscienza, creano codici di interpretazione di tutto ciò che esiste o si può pensare. Si stabilisce una relazione tra il soggetto (colui che sa) e l’oggetto (colui che sa).

I vari tipi di conoscenza

Tipo di conoscenza Base di conoscenza Modo per acquisire conoscenza Che valore ha la conoscenza? Chi trasmette la conoscenza?
Mitico Credenza Narrazioni Mitiche Tradizione Rapsodie e poeti
Religioso Credenza (fede) Scritture dogmi Teologi / Leader religiosi
Buon senso Credenza Tradizione Senza domande Persona ordinaria
Scientifico Motivo Indagine Metodo Scientifico
Filosofico Motivo Riflessione Argomentazione Filosofo

I diversi tipi di conoscenza rappresentano i diversi modi che gli esseri umani hanno trovato per sfuggire all’ignoranza.

La curiosità umana e la sua capacità di astrarre (immaginare) sono responsabili della creazione di sistemi di credenze e spiegazioni. Oltre a comprendere, appropriarsi e riformulare le spiegazioni di altri individui e gruppi.

Conoscenza mitica

La conoscenza che si basa sui miti ha come caratteristica principale essere favolosa. È una conoscenza che deriva da una tradizione orale, da narrazioni mitiche. Nell’antica Grecia, la trasmissione di questa conoscenza era compito dei poeti e delle rapsodie.

Queste narrazioni risalgono a storie sull’inizio del tempo. Spiegano in modo fantasioso l’origine del mondo e tutto ciò che è rilevante per la vita di quel gruppo di individui.

Basate sulla credenza, le narrazioni mitiche rafforzano le immagini in modi illogici e contraddittori e costruiscono una coscienza collettiva. La coscienza mitica si basa sulla convinzione che siano rappresentazioni fedeli della realtà.

Conoscenza religiosa

La religione condivide con i tipi di conoscenza l’obiettivo di spiegare l’universo nella sua formazione e totalità. La particolarità della conoscenza religiosa è la sua base nella fede, nella fede nelle rivelazioni divine e nei testi sacri derivati ​​da queste rivelazioni.

Fondata sulla fede, l’unione tra sapere e religioni, chiamata teologia, mira a strutturare sistemi di conoscenza basati su verità indimostrabili e indubbie, chiamati dogmi. La religione garantisce la connessione tra l’umano e il divino.

Questi dogmi rafforzano un atto di conoscenza comune nella religione: la divisione tra ciò che è profano e osservabile e ciò che è sacro e misterioso. Da questa idea c’è una gerarchia di questa divisione, che conferma il potere divino sugli individui.

Conoscenza intuitiva

Conoscenza derivata dal buon senso, talvolta chiamata conoscenza empirica o di buon senso, si basa sulla generalizzazione di particolari eventi o interpretazioni, presi come regola. È una conoscenza elementare e superficiale delle cose, senza prove o dimostrazioni.

La conoscenza intuitiva si basa sulla credenza nell’informazione invertita. È la conoscenza trasmessa da persona a persona che, alla fine, costruisce un intero sistema di credenze, spesso contraddittorio o prevenuto.

Nonostante la sua fragile logica e parziale interpretazione del relazioni di causa ed effetto, la conoscenza popolare del buon senso è stata oggetto di studio in vari settori della scienza.

La postmodernità è responsabile della critica alla scienza tradizionale, che disprezza la conoscenza costruita spontaneamente e popolarmente. Alcune correnti della scienza contemporanea cercano una conciliazione tra scienza e senso comune.

Conoscenza scientifica

La scienza è, di per sé, un’area dedicata alla costruzione della conoscenza. La parola scienza ha origine nel latino scientia che può essere tradotto come «conoscenza».

Quindi, ciò che caratterizza e distingue la conoscenza scientifica da altri tipi di conoscenza è il metodo. Il metodo scientifico assolve alla funzione di prevenire o ridurre al minimo qualsiasi tipo di errore o ambiguità.

La conoscenza scientifica ha diritto alla verità dalla verifica e dalla convalida del suo metodo.

Il metodo scientifico mira alla riproduzione e all’applicazione della conoscenza. Del controllo di tutti fasi di indagine si prevede che i risultati possano essere ripetuti e dimostrati più volte, purché le sue condizioni siano rispettate.

Conoscenza filosofica

La conoscenza filosofica ha cambiato il modo di intendere se stessi nel tempo. Dai filosofi presocratici dell’antica Grecia alla filosofia prodotta oggi, sono avvenuti molti cambiamenti, come il modo di concepire il mondo.

Filosofia e scienza camminano insieme nel rigore, nella necessità logica e nell’uso della ragione. Tuttavia, il metodo scientifico, pur essendo stato prodotto filosoficamente, non si applica pienamente alla produzione del sapere filosofico.

Attività filosofica è una riflessione critica sui fondamenti che rendono possibili tutte le forme di conoscenza. Si concentra anche sulla riflessione critica sulla propria attività e costruzione.

Altri tipi di conoscenza

  • Matematico: Si basa su una conoscenza astratta e razionale, di tipo numerico, cerca di dare accuratezza ai problemi quotidiani in modo esatto ed è correlata alla conoscenza scientifica.
  • Semantico: È un tipo di conoscenza che nasce dalla relazione di parole e frasi, affinché questa conoscenza aumenti con l’arricchimento della lingua, si può dire che è la conoscenza che aiuta ad esprimersi meglio con un ampio vocabolario.
  • Esplicito: È la conoscenza che viene trasmessa ad altre persone con mezzi diretti, come la conoscenza trasferita dai libri.
  • Implicito: Non è possibile memorizzarlo come accade con il precedente, ma si basa sulla conoscenza che si apprende dalle esperienze.

Questi ultimi tipi di conoscenza sono sottocategorie della conoscenza inizialmente presentata, ma devono essere specificate.

Potrebbero interessarti anche:

Publicaciones relacionadas

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Botón volver arriba
Cerrar