AdministraciónBlogFinanzas

Elasticità dell’offerta – LA TUA ECONOMIA FACILE

Il elasticità dell’offerta È un concetto utilizzato in microeconomia, che consiste nel misurare l’impatto che la variazione del prezzo di un prodotto o servizio ha sulla quantità offerta nel mercato.

L’elasticità è rappresentata numericamente, che definisce la variazione percentuale, della variazione della quantità offerta divisa per la percentuale di variazione del prezzo.

L’elasticità dell’offerta rispetto al prezzo è utile per controlla quanto è sensibile la fornitura di un bene a una variazione di prezzo: maggiore è l’elasticità del prezzo, più sensibili sono produttori e venditori alle variazioni di prezzo.

Interpretazione dell’elasticità dell’offerta

Uno scenario con elevata elasticità del prezzo suggerisce che quando il prezzo di un particolare bene aumenta, i venditori forniranno molto meno del bene che producono; Quando il prezzo dello stesso bene scende, i venditori offriranno quantità molto maggiori dello stesso bene.

Se l’elasticità del prezzo è troppo bassa, la situazione sarà esattamente l’opposto, cioè le variazioni dei prezzi hanno poca influenza sull’offerta.

A seconda del comportamento delle variabili presenti nel calcolo dell’elasticità del prezzo dell’offerta, può essere presentato in diversi modi, vale a dire:

Offerta unitaria: l’elasticità al prezzo dell’offerta unitaria (pari a 1) quando una variazione dell’1% del prezzo corrisponde a una variazione dell’1% della quantità offerta.

Offerta rigida: L’offerta appiccicosa si verifica quando una variazione dell’1% del prezzo corrisponde a una variazione inferiore all’1% della quantità offerta.

Offerta elastica: L’offerta elastica si verifica quando una variazione dell’1% del prezzo corrisponde a una variazione superiore all’1% della quantità offerta.

Letture correlate: Macroeconomia.

I casi estremi di elasticità dell’offerta al prezzo sono l’offerta infinitamente elastica, il cui grafico è una semplice linea orizzontale, che parte da un punto della quantità di prezzo. L’estremo di questa situazione si chiama offerta perfettamente rigida, in cui la quantità offerta non risponde alle variazioni di prezzo. Il tuo grafico sarà una linea perpendicolare che inizia in qualsiasi punto della quantità.

Per comprendere meglio il significato delle variazioni dell’elasticità dell’offerta in termini di prezzi, così come le sue altre forme, è sempre importante notare che:

  • Se EPO> 1, allora l’offerta è elastica (un’offerta è sensibile alle variazioni di prezzo).
  • Se EPO = 1 allora l’offerta è elastica per unità.
  • Se EPO <1, quindi l’offerta è anelastica o rigida (un’offerta non sensibile alle variazioni di prezzo).

È sempre importante ignorare il segnale negativo quando si analizza l’elasticità del prezzo, poiché gli EPO sono sempre positivi.

Publicaciones relacionadas

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Botón volver arriba
Cerrar